Canzone Kabuki creata durante il 2° Congresso Nazionale sulla Sindrome Kabuki

Canzone Kabuki creata durante il 2° Congresso Nazionale sulla Sindrome Kabuki

12 Apr 2018
|
0 Comments
|

Canzone Kabuki è stata creata dai ragazzi grandi “Kabuki” durante il 2° Congresso Nazionale sulla Sindrome Kabuki. Sono ragazzi dai 16 ai 30 anni che insieme hanno modificato il testo di una canzone famosa adattandola alla loro sindrome.

Le cose che abbiamo in comune

Le cose che abbiamo in comune sono 8000 geni.
Li conto da sempre, da quando mi hai detto:” anche tu hai la kabuki”?
Abbiamo 2 braccia,2 mani, 2 gambe, 2 piedi e un solo cervello, soltanto lo sguardo non è proprio uguale.
Perché il mio è normale, ma il tuo è troppo bello.
Le cose che abbiamo in comune sono facilissime da individuare: ci piace la musica, andare ai concerti, cantare, fare i dolci e stare con gli amici.
Abbiamo tutti tanta ansia per le cose nuove.
Perché quando io dormo, tu dormi.
Quando io parlo, tu parli.
Quando io rido, tu ridi.
Quando io piango, tu piangi.
Quando io canto, tu canti.
Quando io sono testone, tu sei testone.
Quando io ho l’ansia, tu hai l’ansia.
Quando io sono timido, tu sei timido.
Quando io sono allegro, tu sei allegro.
Le cose che abbiamo in comune sono così tante che quasi spaventa entrambi.
Entrambi abbiamo fatto interventi, entrambi comunque abbiamo tanta ansia.
Ci piace mangiare, dormire, ballare, sorridere e avere tanti amici.
Lo vedi, son tante le cose in comune che, a farne l’elenco, ci vogliono almeno tre ore… ma allora cosa ti serve ancora? A noi sono bastate 2 ore.
Le cose che abbiamo in comune, ricordi…. Sei tu che per prima l’hai detto, dicevi: “ma guarda, gli stessi occhiali, le stesse ansie e lo stesso carattere”.
Ad ogni domanda, una nuova conferma:” un’identica varietà genetica e risate”.
E poi l’emozioni, le stesse di tutti, e tutti gli occhiali perfetti, precisi e colorati.
Per gestire le ansie spostiamo l’appuntamento, facciamo la foto agli oggetti, cantiamo una bella canzone, facciamo una bella tesina, raccontiamo una barzelletta.
E allora ti chiedo: non è sufficiente? cos’altro ti serve per essere certa, con tutte le cose che abbiamo in comune il divertimento x noi non sarebbe perfetto.
Perche quando io dormo, tu dormi.
Quando io parlo, tu parli.
Quando io rido, tu ridi.
Quando io piango, tu piangi.
Quando io canto, tu canti.
Quando io sono testone, tu sei testone.
Quando io ho l’ansia, tu hai l’ansia.
Quando io sono timido, tu sei timido.
Quando io sono allegro, tu sei allegro.
Le cose che abbiamo in comune sono 8000 geni.
Li conto da sempre, da quando mi hai detto:” anche tu hai la kabuki”?
Abbiamo 2 braccia,2 mani, 2 gambe, 2 piedi e un solo cervello, soltanto lo sguardo non è proprio uguale.
Perché il mio è normale, ma il tuo è troppo bello.
Le cose che abbiamo in comune sono facilissime da individuare: ci piace la musica, andare ai concerti, cantare, fare i dolci e stare con gli amici.
Abbiamo tutti tanta ansia per le cose nuove.
Perché quando io dormo, tu dormi.
Quando io parlo, tu parli.
Quando io rido, tu ridi.
Quando io piango, tu piangi.
Quando io canto, tu canti.
Quando io sono testone, tu sei testone.
Quando io ho l’ansia, tu hai l’ansia.
Quando io sono timido, tu sei timido.
Quando io sono allegro, tu sei allegro.
Autori: Alessio, Irene, Camilla, Cristina, Anna e Mauro